Armi Magazine, dicembre 2005


editore CAFF srl - pagg. 78-81






 

rassegna stampa

Armi Magazine, dicembre 2005

editore CAFF srl - pagg. 78-81

Davvero unico

Un fucile semiautomatico da caccia in calibro 24 può veramente definirsi un pezzo senza eguali: l’ha fatto l’armaiolo Marco Rigido per soddisfare i desideri particolari di un cliente. Ha richiesto parecchio lavoro e il risultato ha soddisfatto le aspettative.
di Paolo Tagini

L’ambizione di possedere un’arma unica è spesso ricorrente fra i nostri appassionati e per questo motivo succede che certi collezionisti si scatenino a mo’ di segugi alla ricerca del pezzo “impossibile” (arma di particolare rarità perché prodotta in qualche esemplare oppure appartenuta a un famoso personaggio storico eccetera). Un’altra possibile fonte di approvvigionamento del pezzo esclusivo è farselo costruire. Anche in quest’ultimo caso la fantasia si può sbizzarrire: a decretare “l’unicità” possono essere le rifiniture (incisione particolare e/o placcatura con un metallo nobile) di un’arma già vista oppure la personalizzazione spinta ai massimi livelli (calcio su misura, incisione del nome o delle iniziali del proprietario, arma molto leggera se la corporatura del committente lo richiede, canne con lunghezza e strozzatura ad hoc per un dato impiego eccetera). Si può addirittura arrivare a farsi costruire ex novo un’arma con caratteristiche tecniche esclusive; questo è il caso che esaminiamo in queste pagine, perché per la prima volta ci è capitato di vedere un fucile semiautomatico da caccia in calibro 24. L’ha costruito Marco Rigido, personaggio di cui abbiamo parlato nel recente passato (v. Armi Magazine n. 4/2005 pag.130), sempre disposto a lanciarsi in nuove sfide; l’arma che presentiamo è stata infatti costruita su precisa ordinazione di un cliente. Leggero e maneggevole.
Per realizzare questo esclusivo semiautomatico in calibro 24, Marco Rigido è partito da dei semilavorati per il 20 che, con infinita pazienza, ha adattato alla cartuccia di calibro inferiore; nelle immagini si nota ad esempio che la testa dell’otturatore è esattamente di misura rispetto al fondello del bossolo. Per la canna vale un discorso analogo: è possibile reperire il tubo del calibro 24 ma in commercio non esistono, ad esempio, degli strozzatori mobili per questa cartuccia e pertanto occorre lavorare di tornio per realizzarli. La canna stessa, inoltre, è stata abilmente rifinita con una bella bindella ventilata, il cui piano di mira presenta una zigrinatura antiriflesso, completata dall’ormai classico mirino a fibra ottica di colore rosso. Per quanto riguarda l’organizzazione meccanica, l’automatico in calibro 24 della M.R. New System Arms (questa è la denominazione dell’azienda di Marco Rigido) è molto tradizionale, del tipo a presa di gas con sistema di chiusura stabile a puntone mobile. L’alimentazione è affidata a un cucchiaio elevatore che preleva la cartuccia da un serbatoio tubolare posto sotto la canna. Per completare degnamente l’opera, la carcassa (di lega d’alluminio) è stata rifinita a mano dall’incisore Guerini con una sobria decorazione a motivi floreali contornata da un filetto dorato; la sua anodizzazione di colore chiaro (fa eccezione la sola parte superiore, nera per evitare riflessi sulla linea di mira) ben si armonizza con la calda tonalità del legno di noce, di qualità veramente eccellente, utilizzato per la costruzione del calcio e dell’astina, che è poi stato rifinito a olio. Il risultato è un fucile leggero e maneggevole, dalla linea gradevole, che picchia pochissimo.

Note conclusive
Marco Rigido non è nuovo a imprese di questo tipo: nel corso della sua attività di armaiolo gli è già capitato, ad esempio, di convertire al calibro 16 un semiautomatico Browning “mollone”. Che senso possono avere queste ricerche del calibro “strano”? A nostro avviso testimoniano la vitalità del mondo degli appassionati, alcuni dei quali non si fermano al primo ostacolo pur di avere quell’arma che giudicano ideale per un dato impiego. Certo, se un’industria si imbarcasse nella costruzione in serie di fucili come quello che abbiamo illustrato in queste pagine, il tutto si risolverebbe probabilmente in un flop imprenditoriale; per esaurire i sogli più singolari degli appassionati ci sono per fortuna quegli artigiani che hanno ancora voglia di lavorare solo e di costruire le loro armi ad una ad una.

 


Marco Rigido New System Arms - Via Mazzini 30 - 13882 Cerrione (BI) Italy 0039 015 671700 info@newsystemarms.com

M.R. NEW System Arms - Inventions - Prototipe Express - Luxury Arms
Costruzione, customizzazione, invenzioni, armi fine e di precisione per caccia, tiro e difesa
Privacy & Cookie